Gianluca Buratelli

Antiriciclaggio nuove regole nel 2008

domenica 18 gennaio , 2009

Da quest’anno ci sono nuove regole sull’azione antiriciclaggio cui siamo chiamati noi agenti immobiliari, gli altri professionisti  ed alcuni  intermediari con l’obbligo di identificazione e registrazione della clientela. Con la pubblicazione sulla «Gazzetta Ufficiale» 290 del 14 dicembre viene recepita nel nostro ordinamento la direttiva 2005/60/Ce per prevenire il riciclaggio di denaro sporco e il finanziamento del terrorismo. Adesso anche per i promotori finanziari ed altre categorie  scatta l’obbligo. In pratica, i professionisti sono soggetti all’obbligo di «adeguata verifica» della clientela quando la prestazione professionale ha per oggetto mezzi di pagamento, beni o utilità pari o superiori a 15mila euro  prima era fino a 12.500 euro. Oltre alla verifica del cliente è dovuta la registrazione nell’archivio antiriciclaggio. Il tutto con l’obbligo di conservazione decennale di dati e documenti. Per i notai gli obblighi di registrazione si intendono assolti con la tenuta dei repertori e la descrizione dei mezzi di pagamento nelle compravendite immobiliari. L’identificazione del cliente avverrà attraverso un documento di identità. In alcuni casi sembra si sia ecceduto: come per il notaio, che deve identificare il funzionario della banca che eroga il mutuo all’acquirente di un immobile. Il testo normativo di cui sopra, oltre a rafforzare ed amplificare la portata degli obblighi di identificazione, valutazione dell’operazione, conservazione dei documenti, monitoraggio ed eventuale segnalazione, sembrerebbe avere introdotto novita’ riguardanti le modalita’ di registrazione delle operazioni sia per i mediatori immobiliari che creditizi. In attesa di indicazioni più precise dall’ organo della Banca d’Italia suggeriamo di registrare i dati ancora con la vecchia disciplina.

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento