News

Anama Sassari: incontro con il presidente nazionale

lunedì 19 aprile , 2010

Martedì 27 aprile l’Anama di Sassari – Gallura ospita il presidente nazionale Paolo Bellini per un incontro con gli associati della Sardegna e la stampa locale. L’evento che si inquadra nelle iniziative pre-congressuali darà l’occasione per parlare di Mercato, di professione e di futuro della categoria. Infatti il recente varo del Decreto legislativo del Governo, che recepisce la Direttiva Servizi europea, ha soppresso il Ruolo e introdotto la Qualifica professionale disorientando tutti coloro che vedevano nel ruolo il baluardo dell’essere agenti immobiliari. Anama ha invece calvacato la Direttiva chiedendo al Governo di salvaguardare i requisiti per diventare agenti immobiliari oltre all’iscrizione (REA o Registro Imprese) introducendo i Crediti Formativi quale elemento di garanzia, di professionalità e competenza, a favore dei consumatori. All’incontro saranno presenti il presidente provinciale Confesercenti, Antonio Canu ed il Direttore provinciale Gianni Simula. (nella Foto: Antonio Canu – presidente provinciale Confesercenti)

   , , , , ,

Condividi su:

2 commenti

  1. come al solito chi ci rimette sono sempre i più poveri e onesti!! io sono un mediatore creditizio, ho 50 anni e non ho certo la possibilità di poter creare una società di capitali (srl o spa) con un capitale sociale interamente versato di 120.000 €, e con i parametri assuntivi che ci sono attualmente per poter concedere finanziamenti (mi riferisco in particolare alla cessione del quinto, il 90% del mio fatturato) non sarei in grado di supportare un monomandato in quanto una società finanziaria ha un solo prodotto e comunque anche una società di mediazione (con più prodotti) sarà comunque un limite per la mia produttività.
    Della serie piove sempre sul Bagnato!!! questa è l’italia che per un branco di mediatori disonesti debbano sempre farne le spese anche gli altri… è intollerabile!!!

  2. Caro sig. Gianni, l’Anama la pensa come lei. Non crediamo che i raggruppamenti possano essere il toccasana del settore e nemmeno che l’obbligo di tali garanzie eviteranno comportamenti disonesti. L’importante è permettere a tutti di lavorare, piccoli, medi e grandi, con le stesse armi e le stesse prospettive. Anama si batterà fino in fondo per garantire a tutti i mediatori del credito di poter operare senza ” padri o padroni!”

Lascia un commento