In primo piano

La card del professionsta: l’Europa fa sul serio!

domenica 27 febbraio , 2011

La card del professionista europeo è la novità che il direttore nazionale Anama, Fabio D’Onofrio ha portato a conoscenza dei membri di Giunta nazionale, convocata in questi giorni presso la sede di via Nazionale a Roma. L’Europa, ha detto D’Onofrio reduce da Bruxelles, continua il suo percorso che mira alla regolamentazione dei professionisti e del comparto dei servizi. In verità la norma pensata dalla Commissione Europea non tocca oggi gli agenti immobiliari ma le professioni riconosciute negli ordini ma a breve si interesserà anche “di noi” e di tutti coloro che svolgono attività accessoria alla casa, alla compravendita, alla locazione immobiliare. La logica vuole che si immetta sul mercato soggetti preparati e formati ad affrontare il mercato con obbligo alla formazione continua, con l’istituzione dei crediti formativi e delle fasi di certificazione che attestino la competenza dei soggetti. Tutto questo l’Europa vuole delegarlo alle associazioni di categoria ed agli enti di riferimento, per una totale condivisione degli obiettivi e delle logiche di preparazione. Basta con gli esami ma avanti con le certificazioni che di fatto devono essere suggellate dalle esperienze fatte sul campo, dagli affiancamenti operativi, dalla partecipazione a seminari e convegni tematici dalla frequentazione di corsi di aggiornamento e di specializzazione. un salto di qualità professionale che faccia uscire gli agenti immobiliari dal “medioevo corporativo” per scaraventarli nel futuro. Anama è sempre pronta a cavalcare le novità e tutto ciò che permette di allargare il campo degli operatori e la competenza degli addetti (Nella foto Fabio D’Onofrio al centro attorniato da Sivano Nember, Antonio Pasca, Oreste Pasquali, Paolo Bellini e Gaetano Di Pietro della Confesercenti).

   ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento