News

Cina: mille agenzie immobiliari chiuse nel 2011

mercoledì 30 novembre , 2011

Il dragone danza sul tetto che scotta. Sono sempre più cupi gli scricchiolii che arrivano dal mercato immobiliare cinese. Le dichiarazioni di un’autorevole società del settore cinese, la Home Link China, hanno dell’incredibile e fanno credere che si è giunti alla «bolla» immobiliare cinese: mille agenzie immobiliari hanno tirato giù le serrande dall’inizio dell’anno, delle quali ben 177 nel solo mese di ottobre. Il segnale è forte e significativo se si pensa che il 73 per cento dei «corner» immobiliari che hanno cessato l’attività erano legati a catene di medie dimensioni. Infatti in Cina il mercato dell’intermediazione immobiliare è caratterizzato dalla presenza di reti e network di medie e grandi dimensioni, per la necessaria diffusione su un territorio immenso e molto popolato. Che succede quindi al mattone cinese? Anche in Cina la responsabilità primaria della crisi va attribuita alla stretta operata, un anno fa, dal Governo che ha innalzato il tasso dei mutui, per poi decidere con norma statale di aumentare il valore della caparra e, addirittura, vietato di erogare prestiti ipotecari a chi acquista la terza casa nelle maggiori città della Cina. Il risultato ovviamente non si è fatto attendere: in ottobre sono state vendute «solo» 12.760 case con un calo del 40 per cento rispetto al dato dell’anno precedente. Questo fenomeno, del calo delle compravendite, sta generando contraccolpi sul settore privato delle costruzioni: infatti nei primi dieci mesi dell’anno si sono costruite 101.188 nuove case con una flessione del 35,8% sui dati di riferimento.

   , , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento