La notizia del giorno

La Consulta nazionale (Fimaa, Fiaip e Anama) per parlare di cose concrete e confrontarsi con il Governo e gli Enti territoriali

venerdì 6 gennaio , 2012

La Befana 2012 ci ha portato un sacco di cose fa fare! In pratica con la ripresa si profila un programma intenso di lavoro che coinvolgerà le altre associazioni di categoria, il Governo e gli Enti locali.  Con le altre associazioni è necessario unire le fila e riprendere seriamente i lavori della Consulta Nazionale dell’Intermediazione. Fimaa, Fiaip e Anama devono tenere saldo il tavolo comune per fronteggiare gli attacchi che arrivano dall’Esecutivo e dai vari Enti territoriali contro la nostra categoria ed il funzionamento dell’intermediazione immobiliare e creditizia. Oggi il cittadino comune è spinto al “fai da te” visto che utilizzando i servizi dell’agenzia immobiliare deve sottostare ad un numero rilevante di obblighi ed incombenze. Basti pensare all’antiriciclaggio, alla registrazione delle scritture private, alla copia dei documenti da rilasciare ed ora anche alla classe energetica ed ai riferimenti di un attestato energetico che non tutti hanno. Per non parlare del confronto con le banche ed il sistema creditizio che va verso la “specializzazione dei soggetti” pensando di fronteggiare così l’improvvisazione e l’incompetenza degli operatori a tutela dei consumatori. Non sapendo, invece, che per fare bene da un lato dall’altro si da alle Banche ed al sistema delle finanziarie più forza per imporre i loro diktat e le loro speculazioni economiche e professionali. La forza della Consulta sta nella rappresentanza di un “esercito” di quasi 50 mila operatori, tra immobiliari e creditizi che nessun altro possiede! Solo coesi, collegati, uniti e concordi nelle azioni da fare si possono ottenere i risultati che il territorio reclama. Serve una legge nuova della professione dove le esigenze dell’azienda e della professionalità degli operatori trovino la loro sintesi. “Imprese guidate da professionisti”: questo lo slogan che deve caratterizzare l’azione associativa dei prossimi mesi. Quindi ditte individuali guidate da un valido ed esperto professionista a confronto con le reti organizzate e le società di franchising, che fanno dell’organizzazione e dell’offerta di servizi altamente professionali il loro cavallo di battaglia. Su questo possiamo aprire un tavolo di confronto tra di noi associazioni e il Governo; tra la nostra categoria e l’Agenzia delle Entrate e quella del territorio; tra le nostre aziende e il Ministero del Lavoro e delle Finanze (pensiamo ai parametri degli studi di settore che vanno necessariamente aggiornati alla crisi). Insomma tra la categoria intera e chi ci governa per modellare le norme alla società che cambia, ad un mercato diverso, più difficile, più selettivo che deve però trovare un terreno fertile per progredire e sviluppare i suoi programmi. Appuntamento quindi a Gennaio 2012 dove è previsto il primo incontro dell’anno della Consulta con Angeletti (Fimaa), Righi (Fiaip) e Bellini (Anama)  attorno allo stesso tavolo per parlare di temi concreti, di professione, di impresa e dello sviluppo della nostra attività.

In allegato il link del video filmato a Varese con i tre presidenti nazionali dove si ribadisce l’importanza della Consulta e del rapporto tra le tre associazioni:

http://www.quotidianoimmobiliare.tv/2470/La-mediazione-prospettive-e-futuro

 

   , , , , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento