News,Paolo Bellini

Parcheggi pertinenziali: oggi è possibile la cessione singolarmente

mercoledì 22 febbraio , 2012

Ve la ricordate la legge Tognoli del 1989 detta legge sui parcheggi? Stabiliva la nullità degli atti di vendita dei parcheggi che erano stati costruiti come pertinenza delle abitazioni. Oggi il decreto semplificazioni stabilisce che “la proprietà  dei parcheggi di pertinenza delle abitazioni può essere trasferita separatamente dalla unità immobiliare di riferimento, a condizione che ciò avvenga solo con contestuale destinazione del parcheggio trasferito a pertinenza di altra unità  immobiliare sita nello stesso Comune”. Significa che tutti i parcheggi potranno essere ceduti, separatamente dalle unità immobiliari, senza che ciò comporti la nullità dell’atto di cessione. Il limite di questa “liberalizzazione” sta nel fatto che “è necessario che il parcheggio venga trasferito contestualmente a pertinenza di altra unità immobiliare sita nello stesso Comune”. Inoltre va ribadito che la nuova norma prevede anche un’eccezione importante: stabilisce che la cessione non può avvenire, pena la nullità dell’atto di trasferimento, ove abbia ad oggetto parcheggi realizzati su previsione dei Comuni nell’ambito del “programma urbano dei parcheggi” da destinare a pertinenza di immobili privati, insistenti su aree comunali o nel sottosuolo delle medesime.

La legge 24 marzo 1989 n. 122 (c.d. legge Tognoli) viene quindi messa in soffitta e con essa il comma 5 dell’art. 9 che disponeva il vincolo che i parcheggi non potessero essere trasferiti e quindi ceduti separatamente dall’unità immobiliare a cui i medesimi erano legati da vincolo pertinenziale. La ratio che caratterizza il provvedimento del Governo Monti, è appunto il meno del vincolo pertinenziale che lega il parcheggio all’unità immobiliare.

   , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento