In primo piano,News

Il D.L. n. 1/2012 , convertito in legge n. 27 del 24 marzo 2012 ( Decreto Liberalizzazioni)

domenica 5 agosto , 2012

Il “decreto liberalizzazioni” oltre a mettere mano all’impianto organizzativo della società fa il tentativo di sitemare la questione dei tariffari. I liberi professionisti sono dal dopo guerra in avanti tutelati dai loro tariffari che stabiliscono il compenso e le spese che il più delle volte sono poste a carico dei clienti dal giudice. Tariffe riconosciute alte e poco legate all’andamento del mercato, ma soprattutto esose se si tiene conto che il compenso ai professionisti è dovuto anche solo per la prestazione prestata a prescindere dal risultato. Così che se incarichi un avvocato di seguire un recupero crediti e non ci riesce a lui spettano comunque spese e compensi. Su che base? Ma quella del tariffario con tutti i minimi e massimi e le discrezionalità del caso. Tanto a vigilare sulla correttezza delle parcelle ci sono sempre loro: gli avvocati con l’ordine professionale composto da avvocati che giudicano i compensi di chi? Ma degli avvocati!

Ecco perché pubblichiamo volentieri (testo integrale) il Decreto Legge 1/2012 che riporta anche le tabelle di riferimento per le singole categorie. LA REDAZIONE

   , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento