News

A Marcegaglia la maggioranza della Gabetti Holding spa

domenica 2 settembre , 2012

Il mercato immobiliare è stenta a ripartire, anche se le aziende leader cercano di spingere in avanti il mercato. Questo comporta sacrifici, investimenti e tanta organizzazione. Ne sa qualcosa il Gruppo Marcegaglia impegnato in tante iniziative turistico – immobiliari ed ora anche nella Gabetti Spa, la storica società d’intermediazione immobiliare, fondata a Torino dal compianto Cav. Giovanni Gabetti, quotata in Borsa a Milano. La Gabetti Property Solutions (questa la dicitura ufficiale) è una realtà con una rete di agenzie immobiliari sparsa in tutta Italia, con marchi storici come Grimaldi e interessi nel campo delle nuove costruzioni, nella compravendita istituzionale, negli immobili di prestigio e nei servizi specialistici. La Marcegaglia, da tempo attiva nella compagine sociale, è oggi l’azionista di riferimento del Gruppo Gabetti con oltre il 61% delle quote. Un impegno organizzativo gravoso ed un investimento economico importante. A guidare il franchising Gabetti un polesano d’origine, Bruno Vettore nato a Papozze e dopo un’esperienza importante in Tecnocasa e in Pirelli RE si trova a guidare la rete delle agenzie che hanno in vetrina lo storico marchio “Gabetti”. E intanto le compravendite immobiliari segnano un – 17,8% con tassi d’interesse sui mutui al 4,12% nonostante l’Euribor a tre mesi sia in forte calo. Un dato è significativo per capire lo stato di crisi del settore sono i 97.800 posti di lavoro persi in edilizia nell’ultimo anno. L’immobile resta comunque un bene sicuro e di riferimento per gli investitori privarti ed istituzionali. Ora ci si mette Monti con la vendita dei palazzi di Stato e le grandi città come Roma che, per fare cassa, si vede costretta alla vendita di alcuni gioielli immobiliari come la prestigiosa Casina Valadier all’interno di villa Borghese, l’ex saponificio Miralanza nell’area Papareschi, il palazzo in via dei Soldati che ospita il noto ristorante l’Hostaria dell’Orso, la Biblioteca e il museo teatrale della Siae in via del Sudario, una serie di locali che ospitano attività commerciali come il ristornate l’Escargot di via Appia Antica 46 e la Trattoria Priscilla, di via Appia Antica 68. Il Campidoglio spera di ricavare almeno 200 milioni di euro necessari per finanziare gli investimenti in programma.

   , , , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento