La notizia del giorno

Notai: si passa all’invio telematico in tutta Italia

domenica 7 ottobre , 2012

Da metà settembre i Notaio possono inviare in via telematica gli atti notarili a tutti gli uffici provinciali dell’Agenzia del territorio. La data “storica” è il 19 settembre e da adesso in avanti non ci saranno più tempi persi o scusanti burocratiche: gli atti si inviano dal computer con tempi certi e procedure sicure. Si completa quindi il processo di informatizzazione delle procedure di pubblicità immobiliare, avviato nel dicembre 2010. L’operatività concordata tra Ministero della Giustizia, Agenzia del territorio e Consiglio nazionale del notariato ha dato i suoio frutti. L’estensione della procedura a tutto il territorio nazionale non vede coinvolte le province di Trento, Bolzano, Trieste e Gorizia ove vige il sistema tavolare.

La trasmissione telematica riguarda la copia autenticata di un atto notarile, predisposta per intero con strumenti informatici e con l’uso della firma digitale. Per ogni nota trasmessa, l’Agenzia del territorio si è impegnata a restituire, sempre in via telematica, un certificato di eseguita formalità, provvisto anch’esso di firma digitale. Ricordiamo che la sperimentazione fu avviata in due tappe: la prima nel dicembre 2010, nelle città di Bologna, Firenze, Lecce e Palermo. I dati della prima tappa sono significativi:

a Palermo, la percentuale delle trasmissioni telematiche sul totale, nel periodo gennaio agosto 2012, è pari al 64% con n. 23.773 atti trasmessi (+34% rispetto ai 12 mesi del 2011);

a Bologna sono stati trasmessi, per via telematica, n. 15.905 atti notarili, pari al 61,04% del totale (+ 30% rispetto ai 12 mesi del 2011);

a Firenze, la percentuale sul totale è pari al 44,68% (+31,10% rispetto ai primi 12 mesi del 2011) con n. 9.595 atti mentre:

a Lecce, con n. 9.990 atti trasmessi in via telematica, la percentuale è pari al 46,95% (+20,75% rispetto ai 12 mesi del 2011).

La seconda tappa della sperimentazione, avviata il 29 settembre 2011, ha coinvolto le quattro maggiori città italiane: Milano, Torino, Roma e Napoli con dati più che interessanti. Infatti gli atti notarili trasmessi, per via telematica, sul totale sono stati rispettivamente:

Milano 52,31%,

Torino 36,8%,

Roma 27,97%

Napoli 23,7%.

Complessivamente, nei primi otto mesi del 2012, quasi la metà degli atti sono stati quindi trasmessi alle Conservatorie, per via telematica. In termini assoluti sono n. 400.943 atti notarili, (pari al 42,44% del totale di quelli presentati), nelle otto città in cui è stata attivata la sperimentazione.

   , , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento