La notizia del giorno

Eletto il nuovo presidente delle agenzie immobiliari di Ravenna

giovedì 30 maggio , 2013

ANAMA-RavennaNei giorni scorsi, nell’ambito delle assemblee provinciali delle varie categorie aderenti, si è tenuta l’Assemblea Provinciale di Anama, il sindacato che associa e tutela mediatori e agenzie immobiliari.

L’assemblea convocata in forma elettiva, ha eletto Alberto Gualdrini come nuovo Presidente Provinciale. Gualdrini è titolare dell’agenzia Bar Immobiliare a Ravenna. Inoltre è stato definito un Coordinamento Provinciale delle agenzie, con il compito di seguire e sviluppare le iniziative del sindacato e la loro conoscenza tra gli operatori.

Durante l’incontro, di notevole interesse è stata la relazione presentata dal Notaio Dott. Bruno Cappelletti, che ha parlato di “Affitto con riscatto”, di “Rent to buy” e di altre formule contrattuali per l’acquisto di immobili, alternative o preparatorie al mutuo bancario.

In un momento di grave crisi economica, particolarmente accentuata nel campo dell’edilizia, come hanno testimoniato anche le recenti statistiche diffuse dall’ABI e dall’Istat, vendere un immobile, comporta oggi difficoltà notevolmente maggiori di quelle che si potevano incontrare fino a pochi anni fa.

In assenza di incentivi pubblicistici, soprattutto in termini di minore tassazione del settore, e nell’impossibilità di prevedere nel breve termine una revisione dei parametri di vigilanza bancari in tema di finanziamenti immobiliari, come possono gli operatori del settore promuovere forme di affari adatte ad una platea di compratori senza risorse economiche adeguate al fine non solo di pagare l’intero prezzo?

Occorre anche per questo individuare nuovi strumenti contrattuali idonei a rimettere in pista il maggior numero possibile di potenziali acquirenti, consentendo il trasferimento di una proprietà immobiliare, in via immediata o differita, in favore di chi oggi non può né pagare significativi acconti né accedere ad un finanziamento bancario, essendo disposto soltanto a pagare un canone di locazione.

E’ necessario inoltre, convincere un potenziale venditore a scegliere di impegnarsi in un contratto attraverso il quale egli perde immediatamente non solo la detenzione ed il possesso, ma anche la proprietà del bene senza avere una ragionevole possibilità di contare sull’adempimento da parte del compratore obbligato al pagamento a rate, destinate a scadere a parecchi anni di distanza, dell’intero prezzo pattuito.

Grazie al contributo del notaio Cappelletti si è cercato di dare qualche risposta a questi interrogativi, pur nella consapevolezza che il successo di una nuova formula negoziale presuppone che la stessa sia in grado di bilanciare i rischi che ciascuna delle parti si assume e, così facendo, di garantire un equilibrio tra le posizioni delle due parti medesime. Durante l’assemblea poi insieme ai nuovi adempimenti del momento sono state definite le prossime iniziative del sindacato. Nella foto Alberto Gualdrini, Presidente provinciale ANAMA Ravenna.

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento