In primo piano,News

Protocollo ANAMA, FIMAA ed ENASARCO: fatti concreti per regolamentare il settore e guardare “al dopo crisi”

giovedì 27 giugno , 2013

Copia di tavolo protocolloIl Protocollo ANAMA, FIMAA ed ENASARCO rappresenta un atto di chiarezza, di coraggio e di grande lungimiranza. La chiarezza sta nel fatto che le parti hanno voluto stabilire finalmente delle regole certe e precise per soggetti che operano nelle agenzie italiane senza una precisa collocazione. Il coraggio si evidenzia dal fatto che si è affrontato una materia delicata ed onerosa, in un periodo di grave crisi per il settore e la lungimiranza è decretata dalla visione imprenditoriale sancita nel Protocollo, quando si distingue chiaramente tra agenti immobiliari abilitati e i collaboratori non abilitati che svolgono attività solo connesse all’intermediazione.

Infatti con l’accordo stipulato si è definitivamente superata la figura “del sensale” di vecchia concezione passando al concetto di “agenzia” inteso come luogo dell’offerta di immobili per la vendita o la locazione, per visite e sopralluoghi e per l’attività di commercializzazione. Dove quest’ultima non la si effettua solamente con l’affissione di cartelli e annunci in vetrina ma utilizzando le nuove tecnologie, internet ed il web, i social network e tutto ciò che l’era computerizzata ci offre. Ecco quindi entrare in campo figure nuove, dedicate all’utilizzo dei portali immobiliari, ai servizi di marketing ma anche di accoglienza, di verifica e preparazione degli immobili da vendere.

Anche per queste figure di collaboratori il Protocollo diventa uno strumento importante di agevolazione al lavoro. Chi ne usufruisce maggiormente saranno le giovani leve, non ancora abilitate o meglio specializzate nel singolo settore. Con l’accordo ANAMA ha voluto dare ragione alle migliaia di collaboratori e collaboratrici che gravitano ed operano nelle agenzie immobiliari con funzioni accessorie o connesse all’intermediazione, che altrimenti si ritroverebbero a rischio di verifiche e di ispezioni, da parte degli enti preposti.

Oggi con la regolarizzazione, determinata dal Protocollo, si aprono le porte a tutti coloro che intendono operare nel campo dell’intermediazione immobiliare, a fianco dei titolari agenti immobiliari, con l’aspirazione di formare un team operativo con il quale fare impresa.

Starà a noi utilizzare l’accordo con lo spirito costruttivo di chi guarda ad una “società aperta” dove a tutti sia data la possibilità di gareggiare, in un settore fortemente competitivo e dove la professionalità e la competenza si sono dimostrate le uniche armi valide per vincere la sfida del Mercato.

ANAMA, come sempre, guarda avanti e punta allo sviluppo del settore immobiliare fatto di imprenditori, debitamente formati ed aggiornati, capaci di guidare un’azienda che sappia raggiungere gli obiettivi di programma, operando con trasparenza e professionalità.

   , , , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento