La notizia del giorno

Le banche nel mirino della Consulta Nazionale dell’Intermediazione

venerdì 18 dicembre , 2015

4 consulta 2015Le tre associazioni di categoria degli agenti immobiliari (Anama, Fimaa e Fiaip) non ci stanno al fatto che le banche possano gareggiare nel settore utilizzando tutto il potenziale in loro possesso. Infatti, il modello disegnato dai grandi gruppi bancari sbilancia il rapporto imprenditoriale a favore delle banche e a scapito degli agenti e delle agenzie immobiliari già presenti sul mercato. Le informazioni in possesso delle banche sono tante e tali da spingerle ad assumere un ruolo primario in una “posizione dominante” a scapito dei piccoli operatori. Solo se sarà gestito il conflitto d’interessi, affermano le associazioni a gran voce, si potrà convivere nel marcati dove le regole devono essere uguali per tutti.
ANAMA, in particolare, è contraria all’apertura di agenzie immobiliari organizzate nelle filiali bancarie, poichè deve essere ben distinta la funzione di agenzia da quella bancaria. A questo proposito ANAMA chiede la massima attenzione al Governo, all’Antitrust e alla Banca d’Italia perché svolgano un ruolo di tutela al consumatore, mediante sistematici controlli sull’operatività delle agenzie immobiliari di proprietà delle banche e del loro operato sul mercato dell’intermediazione immobiliare, anche alla luce delle incompatibilità che oggi sono imposte agli agenti immobiliari.

Per poter consultare, nel dettaglio, la posizione espressa da Anama sul “fenomeno banche” nell’intermediazione, è possibile visualizzare il documento allegato a fine articolo.

   , , , , , , , , ,

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento