News

Prezzi dei fabbricati, il 55% costa meno di 100mila euro

venerdì 13 ottobre , 2017

fabbricati

Da un’ultima analisi di mercato, risulta che il 55% degli acquisti di fabbricati (compresi pertinenze: box, cantine) avviene per una cifra inferiore a  100mila euro, e nel 56,5% dei casi, viene richiesta l’applicazione dei benefici fiscali per prima casa.

Non è semplice però stabilire i valori relativi alle sole abitazioni, escludendo dunque le pertinenze, per cui non si riesce a stabilire l’esatta quota di mercato relativa alla sola prima casa; è dunque scorretto dire che il mercato immobiliare è composto per oltre il 43% da compravendite di seconde abitazioni.

In ogni caso, anche togliendo una quota di pertinenze dal totale degli atti, non sempre l’acquisto di un’abitazione principale, è sinonimo di possesso dei requisiti per ottenere le agevolazioni prima casa.

 I tipi di compravendita

Analizzando la situazione nel dettaglio, nel primo semestre 2017 sono state effettuate 401.432 compravendite di beni immobili, terreni agricoli compresi; di queste 300.929 hanno riguardato fabbricati (destinati ad abitazione e locali pertinenziali, cioè box, cantine e posti auto).

Il Nord rappresenta il traino del mercato, con oltre il 56% dei trasferimenti immobiliari; al Centro si registrano il 17,7% degli atti, al Sud 18,1% e nelle isole il 7,7%.

Per quanto riguarda la suddivisione per regione al Nord, il Friuli Venezia Giulia ha un +10,7%, la Valle d’Aosta un +6,4%, il Trentino-Alto Adige un +4,4%, Lombardia e il Veneto restano in ambito positivo, rispettivamente con un +2,6% e un +0,7%.

Al Centro  spicca l’Umbria con un +7,9%.

Le compravendite di prima casa

Le compravendite di prima casa sono il 49,6%, nel 26,4% dei casi si tratta di acquisti “seconda casa” tra privati, nel 17,1% di seconda casa da impresa e solo nel 6,9% di prima casa da impresa.

Coloro che acquistano la prima casa sono coloro che rientrano nella fascia di età compresa tra i 18 e 35 anni.

Ciò che viene evidenziato è che, nel primo semestre 2017, il 55% delle operazioni di acquisto di fabbricati, il 97% degli acquisti di terreni agricoli e l’85% di quelli edificabili rientrano sotto il prezzo di 100mila euro.

Sono diminuite invece le donazioni rispetto al 2016, calo più netto nel campo immobiliare che in quello dei beni mobili, le quali si concentrano più al Nord.

 

 

 

 

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento