Paolo Bellini

Affitti brevi e obblighi fiscali: il consumatore al centro dell’interesse Antitrust.

martedì 28 novembre , 2017

Affitti brevi

L’iniziativa dell’Antistrust in materia di affitti brevi, trova concorde il Presidente Nazionale dell’ANAMA, Paolo Bellini, in particolar modo quando, si punta ad evitare un ulteriore incombenza in capo agli agenti immobiliari e agli operatori nel web.  Il leader di ANAMA, auspica quindi una revisione urgente delle norme delineate nella manovrina di inizio anno 2017, nella quale il Governo obbligava le agenzie immobiliari e i portali, ad operare come sostituti d’imposta versando il 21% di cedolare secca, per ogni affitto breve, concluso.

Non vi è dubbio – afferma il Presidente Bellini – che l’Antitrust ha colto nel segno, individuando come  priorità la tutela del consumatore  e degli operatori nel campo degli affitti brevi. La finalità legata alla lotta all’evasione fiscale – dichiara Paolo Bellini – la si può realizzare attraverso l’obbligo di comunicazione periodico delle transazione andate a buon fine da farsi all’Agenzia delle Entrate.”

L’ANAMA è molto attenta al fenomeno “Airbnb”, e per queste ragioni ha favorito una serie di incontri, con l’azienda irlandese, che ha portato il Presidente Bellini, ad incontrare, in Milano, il Country Manager Italia, Matteo Stifanelli, oltre alla Regional Market Manager Martina Albani e il Local Ops, Antonio Laveneziana.

Il confronto continuerà in occasione del Real Estate Awards del prossimo 30 novembre, dove è previsto l’intervento del leader di Airbnb Italia, Stifanelli, e la presenza del Presidente Paolo Bellini, nella sua qualità di Premio alla Carriera – Agente Immobiliare 2016 in carica.

Nella foto: da sx Giorgio Rossini – operatore immobiliare; Carlo Giordano – ceo immobiliare.it; Paolo Bellini – Presidente Nazionale ANAMA, Diego Caponigro – ceo RE GOLD, in un recente incontro alla Camera dei Deputati.

 

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento