News

RIFORMA DEGLI AGENTI IMMOBILIARI IN MATERIA DI INCOMPATIBILITA’

giovedì 21 Marzo , 2019

In relazione al tema dell’incompatibilità per gli agenti immobiliari italiani e consultati gli esperti del settore, possiamo affermare che la legge Europea 2018 C 1432-A, porta con se importanti novità. Infatti la vigente normativa, impone diverse Incompatibilità alla professione di agente immobiliare.

Questo per garantire l’assoluta imparzialità e l’assenza di conflitto di interessi del mediatore nello svolgimento della sua professione, tuttavia queste disposizioni rendono l’Italia, il Paese dell’Unione Europea più rigido dal punto di vista normativo.

A tal proposito, il legislatore europeo per armonizzare lo svolgimento della professione in tutti i Paesi dell’Unione, ha imposto con il Ddl Europea 2018 una riforma in materia di incompatibilità, recepita dal Parlamento Italiano, approvata a fine anno dal Senato e il 12 marzo scorso, anche dalla Camera dei Deputati. Ora il testo è tornato al vaglio del Senato per la definitiva approvazione.

La legge contiene un ampliamento delle competenze in capo agli agenti immobiliari, che potranno occuparsi di tutte quelle attività afferenti alla vendita e alla locazione di immobili, fino all’amministrazione di condominio o, secondo alcuni interpreti, anche alla consulenza in tema di mutui.

Viene introdotta una stretta su tutte quelle professioni diverse dall’agente immobiliare, ma “afferenti allo stesso settore merceologico”, come architetti, ingegneri, geometri, avvocati e commercialisti esperti di valutazioni immobiliari. Prevista anche l’incompatibilità per dipendenti di banche e assicurazioni.

L’approvazione dell’emendamento in questione è un primo passo fondamentale, che consentirà alle agenzie immobiliari italiane di potere erogare maggiori servizi alla clientela.

Condividi su:

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

Lascia un commento